Dal menu agli accessori, consigli per un organizzare un picnic al bacio

Come organizzare il picnic perfetto

Quando si mangia all’aperto è tutto più buono, vero?

Ecco perché tutti amano i picnic: si sta insieme in un’atmosfera distesa ed informale, nel verde, magari davanti a un bel panorama; oppure sulla spiaggia aspettando le stelle.
La parola chiave è semplicità: è facile organizzare un picnic, ma ecco qualche consiglio (e un ricettario!) per organizzarne uno davvero speciale.

Il cielo e una tovaglia

Una tovaglia a scacchi ed è subito picnic!
Ma non dimentichiamo che stare all’aperto ha i suoi inconvenienti.
Se il picnic sarà una classica dejeuner sur l’herbe, sopra un prato, una tela cerata metterà vivande e convitati al riparo dall’umidità dell’erba.
Sarete in un grande cortile o su una spiaggia senza ombra? Un ombrellone, un gazebo o una tenda vi proteggeranno dai raggi del sole.

Si possono aggiungere cuscini, teli da mare, un’amaca, dipende da quante cose vorrete portare con voi! Ma tenete a mente che è pur sempre un picnic, non un trasloco.

Il cestino da picnic

Il menu dovrà essere semplice, leggero e soprattutto pratico: cibi che si gustano volentieri freddi, magari senza posate o al più con una forchettina.
Vanno benissimo le insalate di riso e pasta, le frittate, panini, muffin salati, oltre a verdura e frutta fresca già pulite. Noi ti proponiamo alcune ricette adatte proprio qui.

A seconda di quante persone sono previste, potrete optare per tenere i cibi in un unico contenitore con piattini da riempire al momento, oppure partire con i piatti già divisi in porzioni: se non ci sono bento box per tutti, poco male, si possono utilizzare anche i vasetti di vetro.

Evitate se possibile le posate di plastica usa e getta: volano via alla prima folata di vento, inquinano e per giunta mettono tristezza. Esistono alternative ecologiche in carta o bambù oppure, ancora meglio, si possono portare stoviglie riutilizzabili da riportare poi con sè. Molto dipende da quante persone saranno al picnic!

Le borse con le provviste andranno organizzate con criterio.
Un bel cestino va benissimo per gli accessori: le stoviglie, la tovaglia e i tovaglioli (opta per quelli di stoffa!), i sacchetti in cui getterete i rifiuti. 

Per le vettovaglie è meglio prevedere una o più borse a parte: la borsa termica può essere riservata alle bevande fredde e alla frutta, insieme a una mattonella refrigerante o anche solo a una bottiglia d’acqua congelata che terrà tutto in fresco. 
In un’altra borsa o cestino potremo mettere i cibi che non necessitano di stare al fresco: disponiamoli in ordine di utilizzo, lasciando in cima i primi piatti e per ultimo il contenitore della frutta. Eventuali altre bottiglie o il thermos del caffè andranno disposti a lato.

Avere con sè una o due borse di tela pieghevoli extra sarà comodo per riporre separatamente i contenitori usati da lavare o anche eventuali avanzi. A proposito: non dimenticate di portare con voi un rotolo di alluminio per coprire il cibo che rimane! 
E soprattutto: non dimenticate il cavatappi.

Relax, relax, relax

Assicuratevi che il vostro picnic sia confortevole.
Fornitevi di salviettine o liquido igienizzante per lavare le mani prima di mangiare.
Non dimenticate di portare lozione antizanzare per tutti e, se necessario, qualche zampirone da accendere in punti strategici (e recuperare prima di ripartire!).

Per il relax dopo pasto, mettete in borsa un mazzo di carte, un freesbee o qualche altro gioco di società.
E se manca l’amico con la chitarra, anche un amplificatore portatile da collegare allo Spotify del telefono va bene ;)

Ultimo ma non meno importante: prima di andare via controllate minuziosamente di non aver lasciato nulla in giro e recuperate eventuali rifiuti, separandoli per la raccolta differenziata.

Leggi anche..

News

Buona e cucina e giochi si intrecciano nelle celebrazioni del mese

Agosto, cibo e divertimento!

Dalla Cuccagna di Ferragosto alla Tomatina, in estate anche la cucina diventa gioco..!

Show more news