Il caleidoscopio di sapori del Friuli Venezia Giulia

Nei secoli il Friuli Venezia Giulia ha conosciuto tante dominazioni straniere, che hanno lasciato un’impronta indelebile.
La cucina regionale è un caleidoscopio di sapori, punto di incontro fra la cultura Mitteleuropea e la cultura Mediterranea.

Potremmo definirla una cucina multietnica, che offre una mescolanza ben riuscita di culture e tradizioni.
Ogni paese, ogni borgo, ogni valle ha la sua gastronomia, figlia di antiche tradizioni e - nelle città - si sentono influenze d’altrove, Austria, Boemia, Ungheria, Balcani, Grecia, Turchia...

La zona costiera, affacciata sull’Adriatico, offre i sapori del mare. Fra i piatti tipici, il Brodetto di Pesce, preparato lungo tutto la costa secondo diverse varianti, spesso servito con polenta bianca.
La Cucina di Laguna di Grado e Marano è legata alla pesca e all’allevamento ittico di tradizione antichissima.

La vasta pianura, tra Udine, Pordenone e Gorizia, propone una Cucina tipica contadina, ricca di formaggi locali, verdure, pane e gialla di farina di mais, vero pane del contadino friulano, secondi piatti a base di pesce d’acqua dolce, carne di maiale e animali da cortile.

La zona collinare si dipana dai confini con la provincia di Treviso fino al Carso Triestino, a due passi dalla Slovenia.
Qui è la vite a disegnare i paesaggi, e sulla tavola trionfano sapori più robusti, come funghi e selvaggina.

Nelle città si ritrovano echi della dominazione austriaca, sapori ungheresi, ebraici, slavi e di culture ancora più a oriente. Gnocchi di prugne, Gulasch, Palacinche (frittatine dolci di tradizione slava) e la mitica Sachertorte.

Il vanto della regione è il Prosciutto di San Daniele. Anche i formaggi meritano un posto d’onore, primo fra tutti il Montasio DOP, ingrediente d’onore del “Frico”, il piatto friulano contadino per eccellenza, a base di ingredienti semplici come formaggio, cipolle e patate, e ingredienti diversi a seconda delle varianti locali.

Il territorio della Carnia propone formaggi vaccini, pecorini e caprini, speck e prosciutti di ottima qualità. Salendo incontriamo le Alpi Carniche e Giulie, dove si producono formaggi d’alpeggio di indubbia bontà e il Prosciutto di Sauris.

Fra le carni, domina quella di maiale, usata in moltissime ricette e prodotti tipici. Prosciutti, salsicce, pancette, soppresse, il classico Salame Friulano e il Muset (il cotechino). Interessante anche la produzione di olio extra vergine d’oliva sui colli Orientali e in Friuli, terre interessata dalla coltura dell’olivo sin dai tempi dell’Impero Romano.

Non ci resta che augurarvi buon viaggio!

Alla prossima puntata ;)


#ViagginelGusto #DeRica #viaggioinitalia #RicetteDeRica