Puglia on the road!

La Puglia è una terra magnetica, vitale, ricca di suoni, sapori, tradizioni popolari e luoghi straordinari.

È bello perdersi in Puglia! Per strade costeggiate da muri a secco e ulivi, in un paesaggio verde e aspro al contempo, tra pagghiare e masserie, e di lì verso un mare luccicante, passando per trulli e gravine.
La cucina pugliese è altrettanto interessante e saporita, scopriamola insieme.

Sono tante le attrattive nel cammino verso sud: i panorami mozzafiato dal Tavoliere delle Puglie, la Necropoli del Monte Saraceno (2500 a.C.), il Gargano, la Cattedrale di Trani affacciata sul mare, il centro storico di Bari e un’escursione a Castel del Monte in Alta Murgia.
Qui potrete acquistare il Pane di Altamura DOP e squisiti formaggi freschi: Stracciatella di mucca o bufala e Burrata, un cuore di stracciatella racchiuso in un sacchetto di pasta filata.

Ovunque potrete gustare le Orecchiette, piatto bandiera della regione.
Ne troverete di tutti i formati: Recchie o Recchietelle, le più piccole Chianchiarelle, e il gran formato Pociacche o Orecchiun. Famossissime le Strascinàte di Bari, così chiamate perché la pasta è trascinata sulla spianatoia con il coltello senza “disct in cul”, ovvero non rigirata su se stessa come per le Orecchiette tradizionali.
Ricetta classica? Acciughe e cime di rapa, broccoli o altre verdure.

Molto apprezzati i Cavatelli - pasta di semola di grano duro tipica del Molise - diffusa in Puglia sin dll’antichità, tanto da far parte del patrimonio culinario regionale. Ricetta consigliata? Salsa di pomodoro, ricotta forte e foglie di menta. Tra i secondi della tradizione, proponiamo la Brasciola alla Barese: piccoli involtini di carne equina, icona delle domeniche baresi. Se volete cimentarvi nella ricetta, meglio optare per un taglio tenero, senza osso e leggermente venato di grasso.

Tra Foggia e Bari potrete gustare le Bombette, street food per antonomasia. Involtini di maiale cotti alla brace e ripieni di Canestrato Pugliese, tipico formaggio di pecora molto saporito.
Sistemato lo stomaco potrete fare una sosta nelle bellissime spiagge fra Polignano e Ostuni, immergervi nel silenzio delle campagne disegnate da muretti a secco e uliveti, prima dell’ immancabile visita ai Trulli di Alberobello, Patrimonio Mondiale UNESCO.

Nell’entroterra incontrerete botteghe artigiane dove acquistare ottimi vini, olio e ceramiche pugliesi, per poi godervi un aperitivo sul mar Ionio. Eccoci in Salento, tacco dello stivale italiano, che offre la magia di vedere alba e tramonto sul mare nello stesso giorno.
Tappe obbligatorie? Gallipoli, Santa Mariadi Leuca e Otranto

Qui potrete assaggiare Ciceri e Tria, pasta di semola di grano duro con ceci lessati e “frizzuli”, ovvero una porzione di pasta tria fritta in olio d’oliva, per avere diverse consistenze nello stesso piatto.
Lasciatevi tentare da Acquasale, piatto simile alla panzanella toscana, con pane pugliese raffermo ammollato, cipolla, pomodori e origano e, infine, Lampascioni, una pianta erbacea aromatica della famiglia degli asparagi, più simile alla cipolla, servita sotto aceto, cotta in padella o in frittata.

Dulcis in fundo?
I Pasticciotti, un dolce di pasta frolla ripieno di crema o cioccolato, che si prepara in Salento sin dal 1475 .

Avete già preparato la valigia? Noi siamo già in the road!


#ViaggioInItalia #DeRica #ViagginelGusto #RicetteDeRica

Leggi anche..

News

Calabria, che sorpresa!

Nonostante sia celebre per il suo mare, la calabria offre principalmente di sapori di terra… davvero gustosi!

Show more news